PALAU

Palau è situata in una delle più scenografiche ramificazioni della costa nord-orientale della Sardegna, di fronte all’isola della Maddalena. Il paese si contraddistingue per coste artisticamente modellate dalla natura e uniche al mondo. Punto d’imbarco obbligato per le isole dell’arcipelago della Maddalena, il paese deve la sua fortuna anche alla ferrovia a scartamento ridotto Sassari-Tempio-Palau. La vita ruota attorno ai moli e agli ormeggi del porto turistico. L’origine del suo nome risale al XIV secolo quando i pescatori del luogo indicavano col termine ”parago”, da cui ”Parao”, i punti della costa ritenuti più sicuri e ben riparati dal vento. Il promontorio palaese, come tutto l’arcipelago della Maddalena era noto fin dai tempi del geografo greco Tolomeo, che nelle sue cartografie soprannominava il sito ”Arcti Promontorio”.

Da Palau vale la pena visitare i luoghi più rinomati e affascinanti della costa: il promontorio di Capo d’Orso, culminante in una grande roccia scolpita dal vento che ricorda la sagoma di un plantigrado. La Punta Sardegna è raggiungibile percorrendo la strada che sale verso il Monte Altura per poi scendere fino alla spiaggia di Cala Trana, sull’estremità della punta. Il panorama da qui è eccezionale, anche se la continua espansione delle aree edificate sta rovinando la bellezza dei luoghi. Di notevole bellezza vi è la Batteria del Monte Altura, in posizione panoramica raggiungibile attraverso la strada che conduce a Porto Raphael. La bellezza delle sue spiagge è inoltre compensata dalla affascinante bellezza del piccolo centro. Durante la notte il visitatore potrà sicuramente spendere la serata in uno dei numerosissimi locali notturni presenti nel paese.

 

ARCHIPELAGO DELLA MADDALENA

E’ un gruppo di isole a nord-est della Sardegna, al largo della costa Smeralda. Tra le piu’ importanti, LA MADDALENA, l’unica abitata, CAPRERA, SANTO STEFANO, SANTA MARIA, RAZZOLI, BUDELLI, SPARGI, oltre ad altre piu’ piccole. L’Arcipelago e’ uno degli ultimi paradisi ecologici italiani. Istituito Parco Nazionale nel 1996 e’ severamente protetto dalle leggi che tutelano il nostro patrimonio ambientale; e’ un parco geomarin che si estende su una superficie – tra terra e mare – superiore ai 12.000 ettari con ben 180 chilometri di coste.

Nell’articolata configurazione costiera risiede gran parte della sua bellezza: insenature e incantevoli cale da cui e’ possibile ammirare panorami formidabili. Le spiagge dalle sabbie bianchissime e l’acqua color smeraldo, insieme alla maestosita’ della sua scogliera e per le forme delle sue rocce, simili a sculture costituiscono la spettacolarita’ di quest’arcipelago che conquista ogni visitatore.

 

LA MADDALENA

La Maddalena è un comune della provincia di Olbia-Tempio ed è costituito dall’Arcipelago e da sette isole principali, tre abitate: La Maddalena, Caprera, Santa Maria, le altre tutte disabitate: Santo Stefano, Spargi, Budelli, Razzoli e altri isolotti minori.
Lo splendido arcipelago per essere vissuto e scoperto va sicuramente visitato in barca.
L’escursione delle isole, il mare limpido, i colori, i profumi tipici della macchia mediterranea, sono tutti gli elementi naturali che vi faranno vivere un esperienza che non dimenticherete facilmente.

 

PRINCIPALI DISTANZE DAL RESIDENCE EXCELSIOR VANNA

 

Città

Santa Teresa di Gallura : 24 km

Porto Cervo – Costa Smeralda:  29 km

Olbia :  40 km

Sassari :  118 km

Alghero :  152 km

Nuoro :  144 km

Cagliari :  315 km

 

In Aereo

 

Aeroporto Olbia :  43 km

Aeroporto Alghero :  145 km

Aeroporto Cagliari :  309 km

 

In Nave

 

Porto Olbia :  44 km

Porto Golfo Aranci :  47 km

Porto Torres :  116 km

 

ALTRE LOCALITA’ NELLE VICINANZE :

 

SANTA TERESA DI GALLURA

Sul promontorio roccioso che si affaccia sul mare sorge la torre Longosardo, eretta nel XVI secolo in età aragonese, da cui lo sguardo abbraccia sia la baia di Porto Longone che, sullo sfondo, le chiare scogliere che circondano la città corsa di Bonifacio. Sulla sinistra la costa scende verso la spiaggia di Rena Bianca che termina a poca distanza dallo scoglio dell’Isola Monica su cui rimangono le tracce di una cava abbandonata. Da segnalare inoltre per importanza culturale il complesso archeologico di Lu Brandali e la torre di Longonsardo. Si consiglia inoltre una visita a Capo Testa, uno scoglio collegato alla terraferma da una striscia di sabbia, al quale si può arrivare percorrendo un tragitto molto panoramico aperto sulle baie di Colba e di Santa Reparata. Tra le cave moderne e antiche – qui i Romani scelsero la pietra per le colonne del Pantheon – e il profumo della vegetazione della macchia si raggiunge infine il faro di Capo Testa

 

PORTO CERVO

Porto Cervo è una rinomata località di villeggiatura il cui nome deriva dalla sua forma che ricorda la testa di un cervo in quanto edificata attorno ad un porto naturale. Caratterizzato da un particolare stile di architettura, questo piccolo centro turistico è attraversato da un dedalo di viuzze, portici e scalinate che convergono nella Piazzetta centrale collegata attraverso un ponticello di legno al Porto Vecchio e famosa per la presenza di numerose boutique e negozi griffati. Porto Cervo si affaccia sulla suggestiva baia affollata in alta stagione da lussuosi natanti e barche a vela.

 

BAJA SARDINIA

Baja Sardinia è una delle località più rinomate della Costa Smeralda, è disposta a ventaglio in un’ampia baia, con una spiaggia dalle acque cristalline e dalla sabbia finissima, di fronte l’arcipelago di La Maddalena e a circa 4 Km ad ovest di Porto Cervo.

 

OLBIA

Olbia, chiamata dai greci città felice, è affacciata sul golfo che racchiude le bellissime Isole di Tavolara e Molara. Conosciuta in tutto il mondo per l’aeroporto che fa da accesso alla Costa Smeralda, crocevia internazionale per numerosi visitatori, la città, ha una forte realtà industriale e commerciale, con poli turistici molto importanti per la Sardegna, come Porto Rotondo e Portisco.
Numerosi e interessanti sono i siti archeologici presenti nel territorio: il nuraghe Riu Mulinu, presso il colle Su Casteddu che domina il Golfo di Olbia, la tomba dei giganti di Su Monte de S’Aba e il pozzo sacro Sa Tesa. Conquistata dai romani, la città conserva le terme e l’acquedotto, l’unico ancora intatto in Sardegna, e una tipica fattoria romana di S’Imbalconadu.


Leave a Comment